CLISTE – un programma per lo sviluppo di competenze digitali nelle scuole primarie irlandesi

di Linda Keane

ICS Skills, Irlanda

linda@ics.ie

traduzione di Mara Masseroni, masseroni.mara@gmail.com

Scarica la versione PDF del lavoro

Come insegnare le competenze digitali e l’Informatica ai bambini senza un curriculum e un tempo dedicato in un calendario già stipato? Tale questione è stata posta come centrale dalla Irish Computer Society nel 2014, quando si cominciò ad elaborare un programma per l’insegnamento delle competenze digitali agli studenti della scuola primaria.

E’ giusto dire che in tutte le scuole irlandesi la tecnologia è utilizzata in una certa misura, vuoi utilizzando una lavagna, mostrando i video di YouTube o utilizzando le applicazioni su dispositivi mobili. Ci sono enormi differenze di accesso alla banda larga in tutto il paese e ciò influisce sul livello di integrazione della tecnologia nella didattica da regione a regione. Nonostante le difficoltà ci sono però molte attività e molto interesse per il digitale. L’ECDL viene promosso nelle scuole di secondo livello dal 1997.

Iniziative nazionali, come la Tech Week e il concorso Young Scientist mirano a coltivare l’interesse dei giovani per lo STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics) in vista di ulteriori studi e percorsi professionali. Attualmente vi sono progetti di informatica e tecnologia che prevedono attività erogate da docenti “Champion”, spesso durante il loro orario di servizio e anche in attività di dopo-scuola.

Attualmente il dibattito in corso in Irlanda è se l’informatica debba essere una specifica disciplina curricolare e ancora non vi è una risposta chiara. Gran parte dell’attenzione dell’attuale governo è verificare la possibilità di introdurre tale disciplina in un ciclo di  secondo livello, in particolare negli anni terminali. Minor attenzione è stata data all’insegnamento delle TIC  nelle scuole primarie.

La crescente popolarità di gruppi di coding che si ritrovano nel dopo-scuola in Irlanda è la prova che gli studenti delle primarie sono interessati ad apprendere competenze informatiche. Tuttavia il coding da solo non è sufficiente quando si tratta di competenze digitali per i bambini più piccoli; è altrettanto importante infatti l’attenzione data ad un uso appropriato, sicuro e creativo della tecnologia per creare soluzioni e creare manufatti significativi .

Con questo in mente, un team della Fondazione ICS, una divisione della Irish Computer Society, ha deciso di creare un programma ICT di più ampia portata. La Fondazione ha creato un programma integrato per le scuole primarie che consente agli insegnanti di insegnare i fondamenti delle TIC, il coding, i media, le comunicazioni e le competenze digitali come parte del curriculum obbligatorio.

Obiettivi di apprendimento di materie come Inglese, Matematica, Educazione alla salute sociale e personale (SPHE, Social and Personal Health Education) sono stati mappati in lezioni in modo tale che gli insegnanti possano insegnare e utilizzare le nuove tecnologie mentre promuovono il raggiungimento degli obiettivi di tutto il programma di studi. Il conseguente programma di competenze digitali progettato specificamente per le classi irlandesi e conosciuto come CLISTE, ha fornito sia uno schema di lavoro, sia lesson plan già pronte per l’uso e abbondanti  risorse per facilitare l’implementazione delle stesse da parte degli insegnanti.

‘C.L.I.S.T.E.’ è l’acronimo di “Computer Literacy and Internet Skills through Education”. Il nome riflette l’obiettivo del programma che è facilitare l’insegnamento delle TIC all’interno del percorso di apprendimento degli studenti.

I bambini inseriti a scuola nel programma CLISTE acquisiscono una alfabetizzazione digitale affrontando l’informatica in modo divertente e creativo. Ancora più importante, acquisiscono la consapevolezza di un uso sano  e sicuro di queste tecnologie. CLISTE è costruito intorno a moduli di competenze di base, come imparare a valutare le informazioni, essere creativi utilizzando i media e come risolvere problemi.

keane-1Nel complesso, CLISTE ha lo scopo di insegnare ai bambini ad imparare come diventare “cittadini digitali” con il concetto di responsabilità e sicurezza che sottende l’intero programma. Ai bambini viene insegnato ad usare le TIC responsabilmente, in modo sano e sicuro, vengono resi consapevoli del potenziale rappresentato da Internet, ma anche sollecitati a sottoporre a critica le informazioni che trovano nel web.

Mentre la maggior parte degli insegnanti della scuola primaria hanno una certa flessibilità circa la struttura oraria della giornata, il programma di studi già troppo vasto rende poco praticabile la programmazione di un tempo scuola specificatamente dedicato alle TIC.

L’accesso ai computer può variare; alcune classi hanno i computer, alcuni studenti utilizzano i tablet, altri devono prenotare il laboratorio informatico. La naturale e unica soluzione in grado di adeguarsi a tutti gli scenari è quella di inserire l’insegnamento delle TIC nelle discipline.

Gli insegnanti possono utilizzare il programma così come si presenta a partire dal modulo iniziale ‘Start’ che introduce concetti di base e teorie prima di passare al problem-solving o in alternativa gli insegnanti possono scegliere lezioni da una ricca gamma, in base alle proprie aree di interesse.

Ogni lezione elenca gli obiettivi in modo che il docente possa vedere chiaramente come includere le TIC  all’interno della propria disciplina.

Ci sono due livelli di CLISTE; il livello 1 si rivolge a studenti delle scuole primarie dagli 8 ai 10 anni e il livello 2 alla fascia superiore che va dai 10 ai 12 anni. Ogni livello ha i contenuti di 2 anni. Questo fornisce alle scuole un meccanismo che consente loro di realizzare CLISTE nel corso di quattro anni, con una progressione dei livelli da 1 a 2, lavorando su temi introdotti al livello 1.

Tutte le risorse per gli insegnanti sono online, accessibili tramite credenziali personali. Il cuore del programma CLISTE è rappresentato dalle lesson plan  che contengono chiari obiettivi di apprendimento, istruzioni passo-passo e contenuti coinvolgenti. Ogni lesson plan inizia con una chiara serie di obiettivi di apprendimento, mappati secondo obiettivi disciplinari.

keane-2Ogni lezione propone il vocabolario da utilizzare, elenca i prerequisiti IT e si apre con una attività introduttiva prima di espandersi sul concetto. In molti casi, tutto ciò che è necessario per attuare una lezione è solo una lavagna. Nel caso sia necessario un software la lesson plan suggerisce una gamma di soluzioni di fornitori diversi, per consentire alle scuole di scegliere ciò che ritengono maggiormente appropriato al loro contesto.

ICS riconosce che le risorse delle scuole sono limitate, infatti i computer sono disponibili solo in aule specifiche o vengono utilizzati carrelli mobili di computer portatili che devono però essere prenotati. Come risultato le lesson plan propongono anche attività che possono essere svolte offline in modo che gli insegnanti possano pianificare come e quando potranno utilizzare le risorse disponibili.

keane-3Ogni lesson plan comprende una o più attività extra, nonché aree di approfondimento su argomenti correlati alle TIC che possono essere di interesse per studenti e insegnanti. Il team di sviluppo di ICS ha curato i migliori e più adeguati siti web e software disponibili e li ha presentati in una sezione della lezione.

Le lesson plan sono corredate da presentazioni originali, fogli di lavoro stampabili e quiz, file di lavoro e glossari. Tutto ciò è stato sviluppato appositamente per il sistema della scuola primaria irlandese, anche se insegnanti al di fuori dell’Irlanda hanno manifestato interesse per il programma.

Ad oggi più di 30 scuole hanno avuto accesso ai contenuti e il feedback è stato positivo:

“Il materiale è davvero completo e ben strutturato, queste sono grandi risorse.2 Glenn Strong, docente e ricercatore presso il Centro per la Ricerca nel settore IT e l’istruzione (Crite), TCD.

“Il contenuto, la struttura e l’accessibilità di CLISTE sono eccellenti e incredibilmente rilevanti per la classe.”

Leah Duffy, insegnante, Scuola Nazionale di San Giovanni, Ballybrack

“Come insegnante, ho trovato i fogli di lavoro molto buoni, specialmente il ‘Take Some Action’ perchè gli scenari presentati sono stati rilevanti per la vita dei bambini e hanno fornito spazio per ulteriori discussioni.”

Martina Hopkins, insegnante, Dominican National School, Dun Laoghaire”

Le risorse CLISTE sono state utilizzate anche in attività per la EU Code Week del 2015 e 2016.

keane-4Gli studenti delle classi terza e quarta della signora Wallace che ricevono i loro certificati CLISTE a Abbeyleix South National School, Co. Laois

Il primo programma di competenze digitali irlandese per scuole primarie che mira a coinvolgere, ispirare ed educare – non è un caso quindi che la parola ‘Cliste’ in lingua irlandese significhi ‘intelligente’!

Condividi!
Share On Twitter

You may also like...

Show Buttons
Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Google Plus
Hide Buttons