Applicativi a basso contenuto di stress tecnologico !

di Luca Raina

IC Toscanini, Casorate Sempione (VA)

raina.luca@gmail.com

Scarica la versione PDF del lavoro

App per prof è un canale Youtube gratuito che ospita a partire da agosto del 2016 una serie di brevi introduzioni ad applicativi per una didattica innovativa e digitale.

Il video introduttivo.

Con cadenza settimanale viene introdotto un nuovo applicativo di supporto al lavoro dei docenti. Si tratta di strumenti freemium, quando non interamente gratuiti, basati sul cloud e che quindi non necessitano di installazione locale. A volte, ma non necessariamente, è richiesta unicamente la registrazione dei propri dati personali. L’idea delle brevi recensioni è nata dalla proliferazione di tutorial, ausili validissimi, ma che spesso necessitano di un contatto già avvenuto. I docenti chiedono alla rete istruzioni su come utilizzare uno strumento che hanno già avuto l’occasione di conoscere o veder utilizzato. Mancano, o sono meno evidenti, le vetrine: spazi in cui gli insegnanti possano essere incuriositi da applicativi meno noti ed egualmente strategici per la didattica quotidiana. Un’ultima considerazione, personale e provocatoria. Sebbene i tutorial tendano a essere esaustivi, falliscono doppiamente: da un lato il concetto di completezza è paradossale. Come si può essere esaustivi in un universo, quello della rete, per definizione fluido e in continuo cambiamento? Infine, a livello pedagogico, varrebbe la pena considerare quanto un docente debba trasmettere e quanto debba lasciare scoprire, incuriosire, sempliemente avvicianare.

Il recente PNSD si è proposto di diffondere una cultura digitale nella scuola italiana. Il ruolo degli Animatori Digitali è stato creato proprio con l’intento dichiarato di promuovere degli approcci innovativi, ma non sempre i canali disponibili permettono un facile accesso alle risorse. Così dal duplice intento di diffondere e creare un archivio di strumenti, pratici e di facile utilizzo, per i docenti delle scuole si sono concretizzate le mie video pillole e il canale Youtube che attualmente conta più di 1.400 iscritti.

Le APP per prof durano poco più di 5 minuti e si propongono di illustrare i vantaggi dello strumento presentato solo dopo averlo contestualizzato in uno scenario concreto e attuale. La tecnologia dovrebbe veramente aiutare i docenti, riducendo al minimo lo stress di una apprendimento minuzioso e astratto. Se le APP durano 5 minuti, non molto di più è richiesto per padroneggiare le funzioni base e fondamentali di quanto proposto: un approccio TPACK (Technological Pedagogical Content Knowledge) nella progettazione dei video permette di mettere in evidenza quanto siano minime le richieste di conoscenza digitale, se ben integrate con un valido applicativo che permetta di fruire contenuti pedagogicamente adeguati.

Inoltre aiuta anche la tendenza, sempre più evidente, ad uniformare le icone e le funzioni utilizzate da molti applicativi per la didattica: un linguaggio universale, che supera gli ostacoli anche di APP esclusivamente in lingua inglese. Il simbolo ‘più’ pre creare, la ‘freccia’ per la condivisione, ‘l’ingranaggio’ per accedere alle opzioni costituiscono un alfabeto simbolico comprensibile e affidabile. Liberati dall’ansia del capire tutto e subito, i docenti che si avvicinano alle APP per Prof possono esprimere tutta la creatività che è propria della loro progettazione.

Una creatività a volte ludica dal momento che il panorama offre APP per ogni situazione: mappe mentali, quiz, flash cards, elaborazione video e audio, giochi didattici e molto altro.

Gli applicativi presenti nella Playlist sono i seguenti:

  • COGGLE (mappe mentali);
  • THINGLINK (immagini interattive);
  • KAHOOT! (quiz show);
  • SCREENCAST-O-MATIC (screencapture);
  • EDPUZZLE (video interattivi);
  • TELLAGAMI (animazioni);
  • PREZI (presentazioni dinamiche);
  • INFOGR.AM (infografiche);
  • KEEPVID (videodownload);
  • POWTOON (animazioni);
  • HSTRY (linee del tempo);
  • PEARLTREES (archivi condivisi);
  • EDMODO (LMS);
  • POPPLET (mappe mentali);
  • HUZZAZ (video archivi);
  • CANVA (grafica);
  • ANIMOTO (video storytelling);
  • SOCLOO (LMS);
  • PADLET (bacheca vituale);
  • SURVIO (sondaggi);
  • STUDYBLUE (flashcards);
  • NOTEBOOKCAST (LIM virtuale);
  • LEARNINGAPPS (Giochi didattici);
  • PABLO (infografiche per il Social Learning);
  • VIZIA (video interattivi).

Molte delle APP presentate sono nate con finalità didattiche, come ad esempio PADLET https://youtu.be/YyloXVxXxFk uno strumento molto pratico che permette la creazione di una bacheca virtuale grazie alla quale gli utenti possono condividere commenti, idee e file multimediali. Non solo.

A volte applicativi nati in diverso contesto professionale, si rivelano validissimi per gli obiettivi di un docente, così come CANVA https://youtu.be/O-NCwNEltJ0

che permette, in modo molto intuitivo e guidato, la creazione di poster, immagini, banner e infografiche rivelandosi spendibile in classe e nella progettazione di molte attività.

La realizzazione stesse delle APP per Prof obbedisce al criterio di praticità: per la ripresa non è stato usato un software né costoso né complesso, ma SCREENCAST-O-MATIC https://youtu.be/88jUc7Hunis anch’esso un applicativo online.

Quanto ai contenuti proposti, così come la scelta dell’APP, solitamente mi documento in modo sistematico setacciando la rete a caccia di proposte e novità. A volte si tratta di segnalazione di colleghi e di formatori. Ancora, ed è forse il momento più appagante, è una piacevole serendipità che mi porta a scoprire o a reinventare applicativi per la didattica.

Una cura maggiore, e un po’ di mestiere ed esperienza, viene dedicata agli scenari proposti. Con la speranza di non essere né banale né scontato. La docenza è, a mio parere, una professione altamente creativa spesso tarpata da incombenze esageratamente burocratiche o da ostacoli sia esterni sia interni al mondo della scuola. Ma fornire degli strumenti che stimolino la professionalità dei docenti equivale ad accendere un piccolo fuoco che si riverbera sugli alunni e sugli altri colleghi. Anche in questo le APP per PROF vogliono aiutare colleghi e insegnanti alle prese con le TIC.

Si tratta, in definitiva, di un viaggio di scoperta coinvolgente nel mondo degli applicativi a basso contenuto di stress tecnologico. Difficile dire di no.

Link: https://www.youtube.com/channel/UCTGi9L8UbkhVuni6jWQpyHQ/videos?shelf_id=1&view=0&sort=dd

Condividi!
Share On Twitter

You may also like...

Show Buttons
Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Google Plus
Hide Buttons