Formazione Zanichelli in rete – Così gli insegnanti imparano la didattica digitale

  di Valentina Gabusi

Zanichelli Editore S.p.A.

vgabusi@zanichelli.it

 scarica la versione PDF del lavoro

Dal 2014 a oggi sono più di 14.000 i docenti che hanno partecipato ai corsi online promossi da Zanichelli editore.
Il progetto Formazione Zanichelli in rete nasce dal desiderio di dare ai docenti un aggiornamento più operativo rispetto a quello che si può ottenere in seminari e conferenze, per far capire come usare in classe i prodotti digitali.


Figura 1 – La pagina di presentazione di Formazione Zanichelli in rete.

Nel 2014 Zanichelli avvia i primi corsi online, in cui propone una formazione pratica pensata per gli insegnanti che si domandano: “ho la LIM, ma come faccio la prossima settimana a spiegare il moto armonico?” o “la tecnologia può aiutarmi a capire i punti deboli della mia classe prima di fare il compito sul Present Perfect?”.

I corsi online di Formazione Zanichelli in rete durano un mese, sono strutturati in moduli tematici (il libro digitale, la valutazione, creare un project work, ecc) e richiedono ai partecipanti un approccio molto attivo, con attività da svolgere che sono poi validate dai tutor. Non a caso il motto dell’iniziativa è “per fare, non per ascoltare”.
I tutor che gestiscono il corso sono docenti, proprio come i corsisti: in questo modo la formazione avviene tra pari e la conoscenza dei problemi concreti del lavoro quotidiano a scuola è profonda e condivisa. Chi partecipa si confronta quindi con colleghi della stessa area disciplinare: matematica e fisica, scienze, lettere, inglese, tecnologia, arte.

La didattica prevale sugli aspetti tecnici: si richiede ai partecipanti di creare e condividere percorsi didattici personalizzati, con particolare attenzione alle esigenze degli studenti con Bisogni Educativi Speciali. Si sperimentano i test interattivi ZTE (zte.zanichelli.it) e le piattaforme di apprendimento, come il TUTOR di matematica (tutor.scuola.zanichelli.it/matematica), l‘ambiente online che aiuta lo studente nei compiti a casa e dà all’insegnante una fotografia dei punti deboli della classe. Con Collezioni (collezioni.scuola.zanichelli.it) si costruiscono lezioni multimediali scegliendo tra i 1.000 video forniti da Zanichelli, con la possibilità di aggiungere altri video e foto scaricate dalla rete, e slide scritte dal docente. I corsi sono gratuiti e si tengono sulle piattaforme online Edmodo o Moodle.


Figura 2 – La Home Page di Collezioni, il nuovo ambiente online per creare percorsi di lezione con video, slides e risorse personali.

Formazione Zanichelli in rete ha ottenuto un ottimo riscontro: il 70% di chi si iscrive partecipa al corso. E tra i partecipanti il 44% arriva, dopo un mese, a ottenere l’attestato finale: finora l’hanno ottenuto 6.000 docenti. Sono numeri altissimi per essere corsi a distanza. Basti pensare che i MOOC (Massive Open Online Courses) hanno tassi di abbandono superiori al 90%.
Una delle ragioni di questa alta adesione è data dalla flessibilità: i docenti si iscrivono ed entrano quando vogliono nella piattaforma. Non esistono lezioni a orari prestabiliti: i corsisti possono dedicarsi alle attività quando sono liberi da impegni famigliari e lavorativi.
Non meno importante è il ruolo dell’assistenza in tempo reale, per dubbi e problemi. Sapere di essere ascoltati e di avere risposte in tempi rapidi permette al corsista di colmare il senso di distanza e di sentirsi supportato nei momenti di disorientamento.
Infine è determinante lo scambio tra pari che si viene a creare, così difficile da avere nella vita di tutti i giorni. I docenti condividono lavori e commenti in ambienti online (come it.padlet.com), mettono in comune link che trovano interessanti o che hanno già sperimentato in classe con successo, raccontano i tempi e i modi con cui pensano di provare un video per la flipped classroom, i test interattivi per una verifica formativa, un eBook per una spiegazione. Di fatto, interagiscono in una comunità in cui imparano facendo.


Figura 3 – Esempi di condivisione: immagini parlanti per la didattica della lingua inglese.
 


Figura 4 – Esempi di condivisione: una bacheca padlet con condivisione di link utili per la fisica.

Le dinamiche più interessanti sono quelle legate ai webinar, tenuti da autori ed esperti di didattica. (Tutti i webinar di Formazione Zanichelli in rete sono stati registrati e sono visibili sul canale youtube di Zanichelli editore S.p.A.).
La partecipazione durante e dopo la videoconferenza dimostra la voglia di dare un contributo di riflessione e di esternare dubbi o difficoltà che altrimenti non avrebbero trovato risposta. Tra le testimonianze alla fine del corso, la frase che ricorre più spesso riguarda il desiderio di provare in classe ciò che si è appreso. 

Il webinar "Laboratorio matematico” tenuto dal professor Domingo Paola.

I corsi online Zanichelli riprenderanno il prossimo autunno con nuove proposte in campo digitale e nuovi contenuti da condividere. 

Condividi!
Share On Twitter

You may also like...

Show Buttons
Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Google Plus
Hide Buttons