ITACA: Al via la formazione dei docenti

di Pierfranco Ravotto

pierfranco.ravotto@aicanet.it
 

Il progetto in sintesi 

Titolo

ITACA

Programma

LLP – Leonardo da Vinci – TOI

Durata

Biennale

Anno di avvio

2012

Promotore

TIS Giordani, Napoli (IT)

Partner

ITALIA: AICA (coordinatore), Associazione Hermes (Napoli), ITIS Meucci (Firenze), ITIS Mattei (San Donato Milanese), CNA Lombardia, Assintel
UNGHERIA: PROMPT, Szamalk, GAK
SPAGNA: Scienter CID, Fundacion Eucip España, ATI

Sito web

Ambiente e-Learning

www.itaca-project.eu

elearning.itaca-project.eu

Sintesi del progetto

Definire un percorso curricolare degli istituti ad indirizzo informatico che sia basato sui syllabus EUCIP IT Administrator e Core e su attività progettuali e lavorative, interne alla scuola, in modo da permettere agli studenti un reale sviluppo di competenze e il raggiungimento delle certificazioni IT Administrator e EUCIP core.

Principali prodotti

  • Progettazione di un percorso curricolare per gli studenti.
  • Formazione dei docenti.
  • Formazione e certificazione degli studenti.

 

Il coinvolgimento delle scuole italiane 

 

Insegnanti coinvolti nella progettazione

15

Insegnanti coinvolti nell’erogazione di corsi

>100

Insegnanti coinvolti nella partecipazione ai corsi

>100

Studenti coinvolti
1.000

Di ITACA abbiamo giá parlato su queste pagine all’avvio del progetto. Adesso il primo anno è al termine e, con il secondo, si avvia un corso in rete che coinvolgerá almeno un centinaio di insegnanti di informatica.


Fig. 1 – Il logo del progetto

Ad essere coinvolti sono stati, fin qui, soprattutto gli insegnanti delle scuole italiane partner: Giordani di Napoli, Meucci di Firenze, Mattei di San Donato Milanese, più quelle facenti capo all’Associazione napoletana Hermes. Inizia adesso, per limitarci all’Italia, la fase di coinvolgimento su larga scala delle scuole – insegnanti e studenti – e delle aziende.

Come noto, i “programmi ministeriali” sono stati sostituiti da “Linee guida”. Piú suggerimenti che prescrizioni e, soprattutto, non piú elenchi di contenuti da trasmettere ma indicazioni di competenze da far conseguire agli allievi e loro declinazione in termini di conoscenze e abilità. I docenti, singolarmente e a livello di consigli di classe, sono impegnati a ridefinire il proprio insegnamento in base alle nuove materie di insegnamento e a queste indicazioni. Le "nuove" terze ci sono giá state lo scorso anno; quest’anno tocca alle quarte; il prossimo anno alle quinte.
"Informatica", "Sistemi e reti" e "Tecnologie e progettazione di sistemi informatici e di telecomunicazione" non possono essere insegnate in stretta continuitá con le discipine del vecchio ordinamento. "Gestione progetto, Organizzazione di impresa", solo in quinta, é una disciplina del tutto nuova.


Fig. 2 – Linee Guida: la declinazione di conoscenze ed abilità

Gli insegnanti delle scuole che partecipano ad ITACA hanno visto nel progetto, e nel confronto fra scuole diverse, una buona occasione per affrontare il necessario lavoro di progettazione didattica. Confrontarsi con un sistema di competenze, come EUCIP, é stato considerato utile. Cosí hanno provato a mappare i syllabus EUCIP – Core, IT Administrator e IT Administrator Fundamentals – rispetto alle linee guida.
Nella tabella, le linee corrispondono alle conoscenze e alle abilità indicate, per ogni disciplina, nelle linee guida; nelle colonne “IT Administrator versione 3.0)”, “ITAF (Fundamentals)” e “EUCIP core” sono indicate le sigle delle voci dei syllabus. 


Fig. 3 – Un esempio della mappatura

ITACA é l’acronimo di IT Administrator Competences development and Acknowlegement. Nel progetto iniziale il riferimento era solo all’IT Administrator, la figura professionale che gestisce il sistema IT in una piccola impresa o in una sede decentrata di un’azienda o di un’organizzazione anche di grandi dimensioni. Si é visto peró che lavorare solo su quel syllabus portava a riferirsi solo agli insegnamenti di Sistemi e di Tecnologie. E invece – come l’esperienza "EUCIP core negli ITE ad indirizzo SIA (Sistemi Informativi Aziendali)", raccontata su Bricks da Adriana Fasulo, ha mostrato – il valore per la scuola del riferimento a un sistema di competenze sta anche nella promozione dell’interdisciplinarietá. Estendendo il lavoro di mappatura al syllabus EUCIP core – articolato nelle tre aree Plan, Build e Operate – si é visto che c’é una corrispondenza molto forte fra tali syllabus – Core e IT Administrator (nelle due versioni “full” e “fundamentals” – e le linee guida ministeriali per quanto riguarda le quattro discipline:

 

  • Gestione progetto e organizzazione di impresa – area Plan del Core,
  • Informatica – area Build del Core,
  • Sistemi e reti + Tecnologie e progettazione – IT Administrator/area Operate del Core.

E’ dunque possibile definire un percorso formativo che porti gli studenti, nel corso del secondo biennio e del quinto anno, ad acquisire entrambe le certificazioni: EUCIP core e IT Administrator.
La Figura 4 illustra un’ipotesi di percorso formativo e il contributo delle diverse discipline (a cui per un modulo è stata aggiunta anche “Inglese”). L’ultima colonna indica – con riferimento ai 4 moduli ITA/ITAF e ai tre moduli Core – quali esami potrebbero essere sostenuti dagli studenti entro la fine dei tre anni.
Rispetto alla questione ITA o ITAF, l’opinione emersa è che tutti gli studenti dovrebbero essere in grado di sostenere l’esame ITAF (attualmente un unico esame che copre i 4 moduli) mentre solo agli studenti migliori possano essere proposti gli esami corrispondenti ai 4 moduli della versione 3.0 del syllabus ITA. Di qui la richiesta di suddividere l’esame ITAF nei quattro moduli, in modo da iniziare sin dalla terza il percorso di certificazione.


Fig. 4 – La proposta di percorso

E’ questo il primo abbozzo di percorso formativo che verrà sottoposto ai docenti che si sono giá iscritti o che si iscriveranno nei prossimi giorni (il form di registrazione é QUI) al corso “Didattica delle competenze nell’indirizzo informatico. Ma é solo un punto di partenza.
Non basta, per fare della didattica delle competenze, aver definito un elenco di conoscenze e di abilitá da raggiungere. Nella “Raccomandazione sulle competenze chiave per l’apprendimento permanente” si dice che la competenza è la “combinazione di conoscenze, abilità e attitudini adeguate per affrontare una situazione particolare”; nell’e-Competence Framework si dice che “la competenza é una abilità dimostrata di applicare conoscenza, skill ed attitudini per raggiungere risultati osservabili“. Se la competenza è quello, allora é necessario proporre agli studenti una serie di attivitá che permettano loro di esercitarsi nel combinare conoscenze, abilitá e attitudini e di acquisirle proprio usandole in situazioni concrete per produrre risultati osservabili.

Fig. 5 – Il video di proposta del corso

Ai docenti che parteciperanno a quello che chiamiamo corso, ma che sará soprattutto un’attivitá collaborativa di progettazione, proporremo di lavorare alla definizione di un percorso in cui ci siano, al primo posto, proprio attivitá di questo tipo. Ed é per aiutarci in questo che chiederemo ai partner sociali, ASSINTEL e CNA Lombardia, di interagire con i docenti che partecipano al corso.

Queste le fasi del corso:

Fase

Titolo

Contenuti

Metodologia

Durata

Avvio

Uso dell’ambiente Moodle

L’ambiente Moodle in cui si svolgono le attività.

Socializzazione.

Esercitazioni

1 settimana

1

Didattica delle competenze e i quadri di riferimento europei nel settore informatico

Didattica delle competenze. Documenti europei di riferimento: Raccomandazione sulle competenze chiave, EQF, ECVET.

Framework delle competenze informatiche: e-CF ed EUCIP.

Visione di videotutorial, analisi di documenti, discussione.

4 settimane

2

Il percorso formativo per gli studenti

Il percorso didattico proposto in Itaca.

Analisi della proposta e discussione.

3 settimane

3

Analisi di esempi didattici

Moduli didattici già definiti (risorse e attività).

Analisi e discussione.

2 settimane

4

Progettazione di attività e risorse didattiche

Lavoro in gruppi per la progettazione di Moduli formativi/Attività didattiche.

Definizione di gruppi di lavoro.

Attività collaborative.

Discussione sui risultati dei diversi gruppi.

11 settimane

Chiusura

Valutazione

Valutazione del corso.

Autovalutazione.

Compilazione di questionari.

1 settimana

 

 

I partecipanti al corso potranno acquisire gratuitamente le certificazioni EUCIP core e ITAF.

Le attività si svolgono tutte in rete, generalmente in modalità asincrona, in alcune occasioni in videoconferenza. L’impegno previsto è di almeno 2 ore alla settimana.

L’inizio è fissato per lunedì 30 settembre, ma siete ancora in tempo a raggiungerlo anche se, quando leggete, tale data è già passato da qualche giorno. Iscrivetevi.

Condividi!
Share On Twitter

You may also like...

Show Buttons
Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Google Plus
Hide Buttons