MediaShow 2013

di Pierfranco Ravotto pierfranco.ravotto@gmail.com Ho partecipato, per conto di AICA al XVII Mediashow di Melfi, l’Olimpiade della multimedialità che è promossa dal Liceo Federico II di Melfi, con il sostegno del MIUR ed il patrocinio di AICA, e si è svolta dal 22 al 24 marzo.

Al Mediashow hanno partecipato studenti di 80 scuole italiane (uno o due per scuola) e una ventina di studenti stranieri, i loro insegnanti (un accompagnatore per scuola) e altri insegnanti della Basilicata. Questa l’organizzazione dei lavori:

  • nella giornata di venerdì l’avvio dei lavori, la competizione degli studenti  e un contemporaneo seminario di aggiornamento per i docenti,
  • nella giornata di sabato la valutazione delle prove da parte di un’apposita commissione e la commemorazione di Alfio Andronico in assemblea plenaria,
  • nella giornata di domenica la premiazione dei vincitori.

Ad avviare i lavori Nicola Cavallo, presidente del Mediashow, il preside emerito Riccardo Rigante "inventore" del MediaShow, l’attuale dirigente del Liceo scientifico, Michele Corbo, il sindaco di Melfi Livio Valvano, il vescovo Mons. Gianfranco Todisco, l’assessore alla Pubblica Istruzione della Regione Basilicata Vincenzo Viti, e in rappresentanza del MIUR l’ispettore Giuseppe Marucci.

 

Il seminario di aggiornamento:L’agenda digitale fra il dire e il fare

Ha aperto il seminario Nicola Cavallo, dell’Università della Basilicata: "Agenda".

E’ quindi intervenuto Roberto Maragliano, dell’Università Roma 3: "Il digitale come occasione per ripensare e riorganizzare la didattica e lo studio".

 

E’ stato quindi il turno di Dianora Bardi, insegnante del Lussana di Bergamo, presidente di Nova Multimedia e promotrice di "Impara digitale".
Dianora ha spiegato come sia importante partire con poche classi per scuola. Fare didattica con le tecnologie, infatti, richiede di fare una lezione diversa da quella tradizionale, di mettersi in gioco osservando i ragazzi nel loro processo di appndimento. E per i docenti si tratta anche di imparare a lavorare insieme. Deve esserci un intero Consiglio di Classe che si metta in gioco per progettare insieme percorsi trasversali. E dunque non si può pensare che questo possa avvenire immediatamente a livello di un’intera scuola..
"Gli studenti – ha detto ancora Dianoradevono essere protagonisti, quindi devono essere consapevoli degli obiettivi. C’è chi parla di zaino digitale, ma non è lo zaino, perché nello zaino gli studenti portano il materiale per il giorno. Qui invece hanno tutti i libri e i quaderni di tutti i compagni. La formazione dei docenti non deve essere sulle tecnologie. Il docente deve fare didattica. Dobbiamo fare una didattica nuova dove i ragazzi lavorano in gruppo. Didattica per competenze. Richiede che gli studenti lavorino in modo diverso.
Possiamo seguire il processo di apprendimento degli studenti solo se ci parliamo fra di noi. Non dobbiamo dare agli studenti il percorso preconfezionato. Devono costruirselo. Non dare i siti giusti, ma gli indicatori per riconoscere un sito buono da uno cattivo. Educare a essere cittadini digitali, per esempio il copyright, … Cooperare, condividere, …".

E’ stato poi il turno mio, Pierfranco Ravotto, di intervenire su "Le iniziative di AICA per la scuola digitale: formazione e certificazione per i docenti e per gli studenti".

Nel pomeriggio il seminario è proseguito con una interessante tavola rotonda sull’editoria digitale: "Nuovi ambienti di apprendimento per la scuola digitale del futuro". Coordinati da Dianora Bardi ne hanno discusso: Valentina Gabusi e Giuseppe Ferrari di Zanichelli, Parente di RCS, Tencati di Samsung, Mattioli di Mondadori Educational e Romaniello di APOF-IL.

Il ricordo di Alfio Andronico

La mattinata di sabato è stata dedicata al ricordo di Alfio Andronico che di MediaShow è sempre stato un sostenitore ed un animatore. Qualche anno fa il Consiglio comunale di Melfi gli ha concesso la cittadinanza onoraria. Alla cerimonia comemmorativa hanno partecipato i familiari.

Il concorso: Olimpiade della multimedialità

Ma veniamo all’aspetto centrale del MediaShow: l’Olimpiade.

Oltre 100 studenti si sono cimentati per otto ore, individualmente, nella produzione di un video a partire da una traccia assegnata dal MIUR:

 

Il tema della manifestazione mondiale EXPO 2015 sarà “Nutrire il pianeta, Energia per la vita”. Le parole chiave: “cibo”, “pianeta” e “vita” sono rappresentative dei principali problemi che l’uomo dovrà affrontare nell’immediato futuro e che vanno dalla scarsezza di cibo in alcune zone del nostro pianeta all’educazione alimentare, così come alle problematiche etiche legate all’impiego di OGM (organismi geneticamente modificati).

Chiamare in causa nella risoluzione di questi problemi sia l’innovazione che le tecnologie, tenendo in debito conto gli aspetti culturali e le tradizioni consolidate, sarà compito dei futuri cittadini che, già ora come studenti, possono essere protagonisti della promozione di iniziative atte a migliorare il nostro futuro.

Le scuole delle diverse Nazioni verranno, infatti, chiamate a promuovere iniziative e fare lavori su questi temi, in preparazione di Expo 2015, che si svolgerà a Milano.

Il candidato illustri il Tema “Nutrire il pianeta, Energia per la vita” realizzando un prodotto video (ad esempio con carattere di short pubblicitario), della durata di circa tre minuti.

Ecco, qui di seguito, i video premiati. Agli altri premi AICA ha aggiunto, per ciascuno degli 11 vincitori, la skills card e i tre esami della certificazione Multimedia.

 

Scuola secondaria inferiore

1° SONNESSA Francesco, Istituto Comprensivo “Berardi – Nitti”   –  Melfi

 

Scuola secondaria superiore

BENAROIO Davide, Liceo  Scientifico "F. Lussana" – Bergamo

 

GRUBII Dumitru, Istituto Tecnico Professionale "Einaudi" – Ferrara

 

 

CATENA Carmine, Istituto di Istruzione Superiore "G:Gasparrini" – Melfi

 

Quarti ex aequo

· ALESSANDRINI Dennis, I.I.S. "Mattei" – Vasto (Ch)

 

· BLASI Michelangelo, Liceo Classico "Q.Orazio Flacco" – Potenza

 

· CAPITANI Francesca, Liceo Scientifico "Galilei" – Macerata

 

· SVANSONN Elinor, Lerums Gymnasium – Sveden (Lerum – Svezia)

 

· ORLACCHIO Cosimo, I.I.S. "Rampone" – Benevento

 

· SAPONIERI Davide, Liceo Scientifico "Galilei" – Bitonto (Ba)

 

· DARAIO Simone, Liceo Scientifico "Galilei" – Potenza

 

Condividi!
Share On Twitter

You may also like...

Lascia un commento

Show Buttons
Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Google Plus
Hide Buttons