Ricordiamo maestro Tix

di Giuseppe Corsaro, Docente di materie letterarie
Secondaria di Primo Grado I.C. Leonardo da Vinci – Mascalucia (CT)
g.corsaro@email.it

 

Scrivere un articolo su di una persona come Tiziano Trivella (Maestro Tix) dopo la sua prematura, improvvisa ed assolutamente inaspettata scomparsa, riesce difficile. Difficile separare gli aspetti professionali da quelli umani. E la conoscenza personale rende ancora più arduo il compito intervenendo a supporto di una visione completa dell’uomo. Il rischio è quello di andare “fuori tema” (come si diceva una volta) o “off topics” (come si dice oggi). Proverò a concentrarmi, quindi, solo su quello che è il contributo che Trivella ha lasciato a tutti coloro che credono in una didattica rinnovata, integrata dalle nuove tecnologie.

Tiziano Trivella costituisce un esempio e un modello di grande rilevanza per il mondo della scuola tutto. Un vero pioniere nella didattica innovativa e nell’utilizzo delle nuove tecnologie a scuola. Insegnante di scuola primaria, appassionato di informatica, ha intuito fra i primi le grandi potenzialità della Rete. Senza troppo clamore e con mezzi direi “artigianali” ha realizzato quello che oggi potremmo chiamare un modello di “insegnamento sperimentale” inserendo e integrando nella sua attività quotidiana il computer, Internet, i giochi didattici, la chat, la multimedialità, l’interattività, … Tutto questo già dai primi anni ’90!!!
L’approdo alla realizzazione di un vero portale dedicato al mondo dei bambini, della scuola e dell’uso consapevole di Internet arriva con La Girandola (www.lagirandola.it). Il sito, realizzato insieme a Nicola Rainone, è da molti anni uno dei principali punti di riferimento in rete per bambini e adulti. Costituisce una fonte inesauribile di contenuti didattici, di link recensiti a risorse reperibili in rete, consigli per piccoli e meno piccoli. Conosciuto e utilizzato spesso anche da genitori e da altri insegnanti (non della sola scuola primaria).
La Girandola è un valido esempio di “estensione” della vita scolastica fuori dall’aula. I bambini trovano utili indicazioni inerenti la scuola e le materie studiate ma non solo. Programmi TV consigliati e recensiti, una bacheca, un forum, fiabe, giochi e tante attività ludico-didattiche. La rubrica “Pronto Scuola” curata personalmente e con attenzione dal Maestro Tix, è un esempio di come la Rete può “accompagnare” ed aiutare il rapporto insegnante/alunno rendendolo meno formale e più efficace.

Nonsoloscuola (www.nonsoloscuola.org) e LeMieClassi (www.lemieclassi.it) sono altri due siti web creati e curati costantemente e scrupolosamente da Tiziano. Il primo, in gran parte dedicato ai più piccoli ed al loro rapporto con la scuola, con lo studio e con internet, affronta anche tematiche più inerenti all’insegnamento ed al funzionamento della scuola. Oltre la scuola però c’è tanto altro e c’è tanto di Tiziano oltre l’insegnante. Ricette, fotografie, poesia, fede, sindacato, riflessioni, notizie, musica, vignette, letture, sitografie, … Ovviamente sempre tanta attenzione alla didattica ed ai software per la scuola.
In “LeMieClassi”, invece, i contenuti sono più direttamente legati alla “quotidianità” dell’insegnante nel rapporto diretto con i suoi “polli” (i suoi alunni), con i genitori e con gli altri insegnanti. Una naturale estensione/espansione della vita a scuola e dell’azione didattica mediata dalle nuove tecnologie.

Legatissimo alla sua Bergamo (www.bergamasch.it è un altro sito web curato da Tiziano) ma innamorato anche della Sicilia (sua seconda terra patria acquisita sposando Giusy), ha sempre spontaneamente condiviso tutte le sue “scoperte” e le sue “conquiste” professionali con altri insegnanti in tutta Italia dispensando preziose esperienze, consigli e informazioni sempre utili e pertinenti. Con l’avvento di Facebook (http://www.facebook.com/tiziano.trivella) Tiziano ha ulteriormente rinsaldato i rapporti con altri insegnanti intervenendo in tanti gruppi del mondo scolastico e offrendo sempre generosamente la sua grande esperienza e competenza. Tutti suoi post hanno un certo sapore didattico e un non so che di poetico (anche quelli più lontani dalla sua attività di insegnante riguardo ai prelibati piatti preparati da sua moglie, i fiori e le foto dei luoghi visitati).

I tantissimi messaggi arrivati dopo la prematura scomparsa sulla sua pagina Facebook, nelle bacheche dei gruppi di cui faceva parte e sulle pagine web dei suoi siti, testimoniano quanto stimato fosse tra i suoi ex alunni (alcuni ormai quarantenni) e nella comunità nazionale degli insegnanti di ogni ordine scolastico e quanto grande sia stato il suo contributo al mondo della scuola italiana. Un contributo professionale e umano che costituisce un vero patrimonio ed un sicuro riferimento per chiunque voglia farne tesoro.

Grazie Maestro Tix.

 

Condividi!
Share On Twitter

You may also like...

Lascia un commento

Show Buttons
Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Google Plus
Hide Buttons