EUCIP core curricolare: un convegno a Pisa promosso dal “Fermi” di Pontedera

di Adriana Fasulo
adriana.fasulo@libero.it

L’Istituto tecnico “E. Fermi” di Pontedera (PI), sempre pronto ad adeguarsi ai rinnovamenti richiesti da una scuola moderna e vicina al mondo del lavoro,  ha raccolto il suggerimento di AICA e del MIUR ed ha introdotto i contenuti proposti dalla certificazione EUCIP Core nei curricoli del triennio Mercurio, cioè nell’indirizzo che con la Riforma si chiamerà “Sistemi Informativi Aziendali”. Per questo, insieme ad altri due Istituti italiani (I.T.C. Romanizzi di Bari  e I.T.C. Baffi di Fiumicino), ha avviato dall’anno scolastico 2010/11 un progetto sperimentale.
Durante il percorso triennale, è previsto che gli studenti possano sostenere tre esami in lingua inglese relativi ai moduli  Eucip Core (Plan, Build e Operate) e conseguano la certificazione  EUCIP Core, che rappresenta un traguardo importante nel campo delle competenze riconosciute e certificate dell’ICT a livello europeo.

Dopo un anno di lavoro i docenti hanno fatto il punto del loro percorso e, convinti della validità dell’attività intrapresa, hanno deciso di condividere la sperimentazione con gli altri Istituti della Toscana.
Il 27 settembre 2011 si è svolto a Pisa, presso la sala del Consiglio Provinciale,  un convegno dal titolo:

Eucip Core nei curricoli degli Istituti Tecnici
Amministrazione Finanza e Marketing
(articolazione Sistemi Informativi Aziendali)

Il convegno è stato organizzato con il supporto di AICA, del MIUR, USR Toscana e Provincia di Pisa.

La dirigente del Fermi, Prof.ssa Cristina Cosci e la prof.ssa Adriana Fasulo

Sono stati invitati tutti gli istituti tecnici della Toscana con indirizzo Mercurio con l’obiettivo di presentare il lavoro svolto  e di allargare l’esperienza.
L’evento ha avuto una risposta di pubblico eccezionale. Hanno partecipato i rappresentanti di 20 Istituti della Toscana, per un totale di circa 70 persone tra docenti e dirigenti.

Erano presenti all’evento anche i protagonisti assoluti dell’intera attività: gli studenti delle classi IVA e IVB dell’indirizzo Mercurio dell’Istituto “E. Fermi”.

Questa la breve sintesi degli interventi, coordinati dalla Dirigente scolastica dell’Istituto, Prof.ssa Cristina Cosci.
Dopo il saluto dell’assessore della pubblica istruzione della provincia di Pisa,  Dott.ssa Miriam Celoni, il Dott. Roberto Bandinelli, rappresentante dell’USR della Toscana, ha introdotto ai presenti l’attività ed ha assicurato l’impegno dell’USR a sostenerne l’attuazione: i pilastri su cui il progetto si fonda, profilo – competenze del profilo – certificazione, sono gli stessi del riordino dell’istruzione superiore e si coniugano con un altro aspetto fondamentale per la scuola, la metodologia innovativa.

Ha preso poi la parola l’Ing. Franco Patini di AICA, presidente di Servizi Innovativi e Tecnologici  della  Confindustria, che ha sottolineato l’importanza delle certificazioni digitali nella scuola e nel mondo del lavoro ed ha descritto le aree tecnologiche coperte dalle professioni Eucip e da Eucip Core.

L’intervento di Franco Patini, di AICA

La Prof.ssa Adriana Fasulo, docente di informatica dell’Istituto Fermi e referente della sperimentazione nell’Istituto, ha evidenziato le motivazioni che hanno portato ad iniziare questa nuova avventura: ridefinire e declinare gli obiettivi ed i programmi di insegnamento sulla base di quanto previsto nella Riforma degli istituti tecnici,  attivare una didattica ed una valutazione basate sulle competenze, mettersi in linea con il mercato del lavoro italiano e soprattutto europeo, che  richiedono competenze certificabili.
La scelta di introdurre nei curricoli i contenuti di Eucip Core è anche legata al bisogno di verificare i risultati del percorso didattico superando l’autoreferenzialità e adottando parametri esterni e validati.
La sperimentazione ha richiesto un forte cambiamento metodologico e didattico: i contenuti dell’Eucip Core sono proposti agli studenti mediante una sinergia cooperativa tra docenti di discipline diverse, informatica, economia aziendale, diritto,  italiano, inglese. L’insegnamento, più che su forme trasmissive, è realizzato in modo attivo, laboratoriale.  Il risultato è l’acquisizione di competenze definite e una visione sistemica e unitaria del sistema informativo dell’azienda.
L’istituto tecnico Fermi diventerà Centro di Competenza accreditato AICA per EUCIP Core per certificare gli studenti della scuola e rispondere alle esigenze di competenze certificabili provenienti dal territorio.

La Prof. ssa Marta Genoviè de Vita, Ispettore Tecnico DG Istruzione tecnica, che ha creduto nell’iniziativa e ha dato una spinta determinante alla sua attivazione, dopo una breve storia dell’IT nel mondo dell’istruzione tecnica (da Mercurio ai Sistemi informativi aziendali), ha evidenziato come l’organizzazione didattica abbia cambiato volto con la Riforma, passando dai programmi ai piani di attività e rendendo centrali i casi aziendali, le attività laboratoriali, la progettazione e la simulazione.

L’intervento dell’ispettrice Marta De Vita

La  Dott.ssa Carla Galdino, rappresentante del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ha presentato le peculiarità del nuovo indirizzo Sistemi Informativi Aziendali. Il settore economico di cui SIA fa parte fa riferimento a comparti in costante crescita sul piano occupazionale e interessati a forti innovazioni sul piano tecnologico ed organizzativo, soprattutto in riferimento alle potenzialità delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (aspetti che vengono analizzati e integrati in EUCIP Core).

La Dott.ssa Daniela Rovina, Responsabile Comunicazione AICA, ha fornito un’ampia panoramica delle  nuove certificazioni AICA nella scuola e nel mondo del lavoro (da quelle ormai tradizionali come ECDL e ECDL advanced a ECDL G.I.S, ECDL Web starter, ECDL 4 problem solving, ecc.). Ha inoltre presentato una proposta di AICA su un quadro di sintesi di certificazioni informatiche e indirizzi scolastici in cui queste certificazioni possono essere conseguite secondo un processo naturale.

Ultimi ma non meno importanti sono stati gli interventi del Prof. Sandro Bellantone, docente di Informatica di IIS Baffi di Fiumicino e della Prof.ssa Tina Lattanzio dell’ITC Romanazzi di Bari. Si tratta degli Istituti che insieme al “Fermi” di Pontedera, hanno fatto da battistrada nella sperimentazione.   Ciascun docente ha descritto l’organizzazione interna dei singoli Istituti per quanto riguarda la tempistica  dei contenuti e dei relativi esami che devono sostenere gli studenti.

Il percorso è appena iniziato. Alcuni Istituti si sono mostrati molto interessati ed hanno chiesto degli incontri di chiarimento successivi, altri hanno mostrato alcune perplessità. Il lavoro degli insegnanti dell’Istituto tecnico Fermi continua…..

Condividi!
Share On Twitter

You may also like...

Lascia un commento

Show Buttons
Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Google Plus
Hide Buttons